]> CRG : CRG GUARDA CON FIDUCIA AL 2015 PER IMPORTANTI TRAGUARDI

CRG-2013.jpg

Nel 2015 Paolo De Conto rafforza la squadra ufficiale, ma è attesa anche qualche new-entry dopo che Jordon Lennox-Lamb ha scelto di intraprendere altre strade. Ottime prospettive anche nell’Euro Rotax con l’ingresso di HRS e Martin Reuvers. Novità anche nella direzione sportiva del team ufficiale, affidata a Glenn Keyaert, mentre Euan Jeffery passa alla Ricerca e Sviluppo. A livello commerciale, stretto un importante accordo con K1 Speed per il Nord America.

Il bilancio della stagione 2014 per CRG è stato ancora una volta positivo, con un’ottima competitività dimostrata in tutti gli appuntamenti, anche se i risultati non sono stati così importanti come quelli acquisiti negli ultimi anni. Nel 2014 in casa CRG è arrivato il titolo europeo in KZ2 con Andrea Dalè, su CRG-Maxter, e da un certo punto di vista ancor più significativo perché conquistato da un pilota privato.

Un risultato importante a cui non hanno fatto seguito altri successi per varie situazioni sfortunate, ma come afferma Giancarlo Tinini, presidente della CRG, “non tutti gli anni sono uguali”. Di rilievo anche le perfomance di Jordon Lennox-Lamb con il secondo posto nell’Euro Rotax e il successo in S1 a Las Vegas e nel Campionato Americano.

“Quest’anno abbiamo fatto un po’ più fatica – ha precisato Giancarlo Tinini – e il 2014 non è stato certamente il migliore dei nostri anni, ma neanche possiamo dire che sia stata una stagione disastrosa, anzi abbiamo dimostrato un’ottima competitività in molte occasioni. Per il primo anno abbiamo affrontato anche il Challenge Euro Rotax, riuscendo a esprimerci ad alto livello e a potenziare le basi di preparazione per un buon sviluppo tecnico nella categoria. Naturalmente, sull’esperienza del 2014, puntiamo decisamente a una migliore stagione nel 2015.”

CRG-2013.jpg

- Intanto CRG vedrà in squadra l’ingresso di un pilota molto veloce, come Paolo De Conto, ma saluta Jordon Lennox-Lamb che proprio all’inizio del 2015 ha scelto di intraprendere altre strade...

“Paolo è indubbiamente uno dei maggiori attori di questi ultimi anni nella categoria KZ. Nel 2015 sarà con noi e sono sicuro che darà il massimo per poter ottenere i successi che merita. Lennox ha scelto invece di intraprendere un’altra strada. D’altra parte gli è stata fatta un’ottima offerta, alla quale era difficile poter dire di no. Siamo contenti per lui, e contenti anche di averlo lanciato fra i top-drivers a livello mondiale dopo essersi distinto ottimamente con CRG fin dal 2011. Insieme a Paolo De Conto, in KZ1 correrà Davide Forè che ancora farà qualche gara di rilievo. In KZ2 avremo Fabian Federer, oltre a Andrea Dalè come pilota privato. Probabilmente potremo contare su qualche altro interessante pilota con cui stiamo parlando in questi giorni. Per quanto riguarda la KF, confermato Felice Tiene, con l’appoggio di Pedro Hiltbrand. Ma con loro avremo anche altri piloti e probabilmente qualche new-entry. Per il programma Rotax 2015 abbiamo concluso un importante accordo con HRS Racing Engines e Martin Reuvers per il potenziamento del nostro team nell’Euro Challenge e negli appuntamenti Rotax di rilievo.”

CRG-2013.jpg

- Importanti novità anche per quanto riguarda la direzione sportiva del team...

“Dal 2015 Euan Jeffery, che in questi anni ha ricoperto ottimamente la direzione sportiva, passa al ruolo di manager Ricerca e Sviluppo Commerciale, un incarico strategico per lo sviluppo della nostra azienda, con l’obiettivo di assistere e potenziare la nostra rete vendita, oltre a individuare ulteriori mercati e partner. Nel ruolo di direttore sportivo passerà Glenn Keyaert, già con noi da alcuni anni e ottimo conoscitore di tutte le problematiche di gara e logistiche.”

CRG-2013.jpg

CRG-2013.jpg

- Quali novità sui prodotti CRG nel 2015?

“Saranno utilizzati i materiali di nuova omologa, ma non si tratta di grandi novità in quanto i nostri prodotti sono già stati sviluppati durante la stagione 2014. Partiamo comunque convinti di disporre di un ottimo materiale, con la certezza di ben figurare. Per quanto riguarda i motori, utilizzeremo Parilla per il KF e Maxter per il KZ.”

- Sul fronte pneumatici, nei giorni scorsi la CIK-FIA ha annunciato le forniture per il 2015. Quale è la sua opinione?

“Non ho mai avuto nessun pregiudizio per nessuna azienda, però se la CIK-FIA potesse coinvolgere anche i costruttori dei telai in queste scelte, forse sarebbe meglio. Credo che se si potessero fare preventivamente dei test in pista, dove valutare se un tipo di gomma rende meglio in una categoria piuttosto che in un’altra, potremmo arrivare ad una scelta migliore e di maggior soddisfazione per il pilota. E’ vero che in ogni categoria le gomme sono uguali per tutti, ma se manca il gradimento dei piloti che le usano, assistiamo alla continua emorragia di concorrenti verso campionati dove trovano più soddisfazione.”

- Per quanto riguarda invece le nuove motorizzazioni KF?

“Sento pareri abbastanza discordanti, la maggior parte purtroppo negativi. Per quanto ci riguarda, seguiremo con minore interesse la KF per concentrarci soprattutto sulla motorizzazione KZ. Se nelle categorie KF il numero dei piloti è drasticamente diminuito, è perché non si è voluto semplificare una motorizzazione che si è rivelata troppo complicata. Chi redige i regolamenti evidentemente non ha un’adeguata conoscenza del problema. Non si devono confondere i numeri delle gare WSK o CIK-FIA - che raccolgono piloti da tutto il mondo - con quelli dei campionati nazionali, vere realtà per quanto riguarda il successo o meno di una categoria, e in questi campionati le categorie KF praticamente non esistono più. Ad avvantaggiarsi di questa situazione sono categorie come la Rotax o altri campionati monomarca, che continuano invece ad avere un sempre maggior numero di piloti.”

- I campionati nazionali soffrono in effetti sempre di più a causa della crisi della motorizzazione KF. Quali sono i rimedi che potrebbero essere adottati per invertire la rotta?

“I campionati che funzionano sono quei campionati che fanno le cose da sé, ovvero valutano di volta in volta se vale la pena o meno di seguire certi indirizzi. Nel mondo ci sono già esempi di Campionati di buon successo perché sono riusciti ad andare incontro alle esigenze e alle aspettative degli addetti ai lavori e dei piloti. Anche la scelta di un tipo di pneumatico può influire molto sul successo di un campionato. Al di là del brand, anche solamente la giusta mescola del pneumatico può attirare più piloti e ridare interesse a un campionato.”

- Sul piano commerciale, come è stato il 2014 per CRG?

“Il nostro trend negli ultimi tre anni prosegue sugli stessi livelli, e con l’attuale situazione economica è già un successo mantenere gli stessi numeri. In Europa i mercati migliori per noi si sono rivelati ancora una volta la Francia e la Germania. Ma abbiamo fatto un buon lavoro quest’anno anche in Cina, così come nel Nord America, dove per il 2015 abbiamo stretto un nuovo accordo con l’organizzazione K1 Speed, per sviluppare un nuovo programma di distribuzione ben strutturato e capillare, in modo da offrire un alto livello di servizio e supporto in pista a tutti i nostri affezionati clienti.”

Ufficio Stampa
CRG SpA
www.kartcrg.com
2 gennaio 2015

CRG-2013.jpg

Nelle foto: 1) Andrea Dalè (369) e Felice Tiene (422), Campionato Europeo KZ2, Kristianstad 2014 (Ph. Cunaphoto); 2) Giancarlo Tinini e Nicole (Ph. CRG Press); 3) Paolo De Conto (Ph. CRG Press); 4) Glenn Keyaert e Felice Tiene (Ph. CRG Press); 5) Euan Jeffery (Ph. Cunaphoto); 6) Davide Forè (Ph. Cunaphoto).