]> CRG : CRG SUL PODIO DELLA WINTER CUP CON DE CONTO E HAUGER

CRG-2013.jpg

CRG SUL PODIO DELLA WINTER CUP CON DE CONTO E HAUGER
Nella 22ma Winter Cup, Paolo De Conto su CRG-Tm conquista il secondo posto in KZ2, così come Dennis Hauger nella OK dopo aver lottato per la vittoria. Il giovane Alfio Spina ottiene il successo nella Mini Rok con il Team Gamoto al termine di una finale esaltante.

Ottima partecipazione di CRG alla Winter Cup di Lonato, con una squadra numerosa e competitiva in tutte le categorie, dove alla fine gli acuti sono arrivati soprattutto in KZ2 con il secondo posto di Paolo De Conto e nella OK con un altro secondo posto a opera del sorprendete Dennis Hauger. Nella Mini Rok la vittoria è giunta dal sempre più veloce Alfio Spina con il team Gamoto.

KZ2, DE CONTO PROTAGONISTA

In KZ2 il campione del mondo in carica, Paolo De Conto su CRG-Tm, ha fatto di tutto per aggiudicarsi questa 22ma edizione della Winter Cup, in un contesto di un parterre eccezionale di valore mondiale per la qualità dei piloti schierati, ben 89 nella categoria con il cambio e tutti di levatura internazionale. Purtroppo De Conto ha avuto qualche contrattempo agonistico nelle manche, e in Finale è stato costretto ad un gran recupero concretizzato alla fine con il secondo posto conquistato in scia a Jemery Iglesias. Se De Conto fosse partito un po’ più avanti rispetto alla sua ottava casella, il risultato sarebbe stato senz’altro diverso...
“Dopo le mie qualificazioni non andate benissimo e l’incidente che ho avuto nell’ultima manche – ha dichiarato Paolo De Conto – il risultato finale è stato positivo. Sono molto contento del weekend, anche perché la velocità è migliorata sempre di più. Se fossi partito più avanti avrei potuto puntare alla vittoria, ma va bene anche così. Per me è un buon inizio di stagione.”

Fra gli altri finalisti CRG in KZ2, Flavio Camponeschi si è confermato fra i maggiori protagonisti concludendo al sesto posto, Fabian Federer con il team SRP ha concluso in nona posizione per un incidente dopo essersi confermato fra i più competitivi in assoluto. Mirko Torsellini si è fatto valere, ma gli è mancata un po’ di velocità e poi è stato penalizzato in Finale di 10 secondi per il musetto andato fuori posizione. Simo Puhakka è stato autore di un buon weekend fino alla Finale, dove però è stato fermato da un incidente al primo giro.

Un po’ sfortunato invece il debutto dello spagnolo Enrico Prosperi, che non è riuscito a qualificarsi per la Finale per una serie di inconvenienti, così come Alessandro Giardelli e Marco Valenti attardati nelle manches.

CRG-2013.jpg

HAUGER MATTATORE DELLA OK

A rivelarsi mattatore della OK è stato il giovane norvegese della CRG, Dennis Hauger su CRG-Parilla, alla sua prima stagione nella OK dopo aver debuttato lo scorso anno nella Junior. Hauger anche in questa categoria maggiore si è subito inserito fra i maggiori protagonisti, lottando alla pari con piloti di esperienza ben maggiore. In Finale è anche andato in testa, per poi retrocedere in quarta posizione e recuperare fino al secondo posto e ingaggiare il duello finale per la vittoria. La sua è stata davvero una bella prestazione, chiudendo in scia a Travisanutto che ha riportato al successo il brand Zanardi.
Fra gli altri finalisti CRG nella OK, lo spagnolo Kilian Meyer ha chiuso in 14ma posizione, Michael Rosina in 19ma, Callum Bradshaw in 21ma. Costretto al ritiro William Alatalo.

CRG-2013.jpg

MUNDING, BUON DEBUTTO CON CRG NELLA OK-JUNIOR

Nella OK-Junior i giovani della CRG hanno rivelato una buona velocità ma in gara non sono riusciti a sviluppare tutta la loro competitività. Il migliore si è rivelato il debuttante tedesco Donar Nils Munding, che ha recuperato fino al 13mo posto in Finale, davanti al francese Evann Mallet. Gabriel Bortoleto è stato autore di un fuori pista in partenza e alla fine si è piazzato 29mo, peccato perché il pilota brasiliano si era messo ben in evidenza dopo le manches e nella Super Heat. Non ha superato invece le qualificazioni lo spagnolo Jose Antonio Gomez, rimasto fuori per un solo punto.

CRG-2013.jpg

NELLA MINI ROK TUTTI IN PIEDI PER SPINA

Nella Mini Rok ha fatto scalpore ancora una volta la prova di Alfio Spina con il Team Gamoto, vincitore di una Finale al cardiopalmo per 10 millesimi di secondo con un successo in volata che ha esaltato gli spettatori. Il giovanissimo Spina ha disputato un buon rush finale in questa Winter Cup, recuperando dal 18mo posto nelle manches fino al secondo della Super Heat che gli ha permesso di scattare dalla terza fila in Finale. Nella gara conclusiva Spina ha ben presto recuperato tutte le posizioni resistendo poi al ritorno del russo Bedrin. Fra i migliori anche Luca Giardelli che con il Team Gamoto ha concluso all’11mo posto.

Tutti i risultati nel sito www.southgardakarting.

Ufficio Stampa
CRG SpA
www.kartcrg.com
20 Febbraio 2017

Nelle foto: 1) Paolo De Conto, KZ; 2) Dennis Hauger, OK; 3) Donar Nils Munding e Evann Mallet, OK-Junior; 4) Alfio Spina, Mini Rok. Ph. CRG Press