]> CRG : DE CONTO CON CRG ANCORA AL SUCCESSO NELLA “RACE OF STARS”

CRG-2013.jpg

DE CONTO CON CRG ANCORA AL SUCCESSO NELLA “RACE OF STARS”
In Australia Paolo De Conto in KZ2 si aggiudica per la seconda volta consecutiva l’evento “Race of Stars” al termine di una gara molto difficile per la pioggia, con CRG che ottiene una doppietta con il secondo posto di Pierce Lehane.

Ancora Paolo De Conto sopra tutti. Il pilota della CRG in Australia si è aggiudicato per la seconda volta consecutiva la “Race of Stars”, la gara a Gold Coast che ogni anno vede sfidarsi i campioni del karting internazionale in un avvenimento unico al mondo.

Sul Circuito di Pimpama, South East Queensland, Paolo De Conto in gara con CRG Australia si è così preso anche questa bella soddisfazione dopo essersi laureato quest’anno per la seconda volta Campione del Mondo CIK-FIA KZ e per la terza volta Campione Europeo KZ.

In Australia il pilota italiano è stato come al solito molto competitivo, vincendo la prima delle due manches. Poi l’arrivo della pioggia ha complicato un po’ l’evento. Domenica mattina sul bagnato sono state disputate altre due manches, tutte e due vinte ancora da Paolo De Conto, dimostrando per l’ennesima volta il suo stato di grazia e la perfomance del telaio CRG.

CRG-2013.jpg

La manifestazione però ha dovuto arrendersi alla pioggia che nel frattempo si era trasformata in un vero e proprio diluvio, rendendo impraticabile la pista. L’organizzazione ha pertanto sospeso l’evento rendendo valida la classifica dopo le quattro manche e assegnando quindi a Paolo De Conto la vittoria finale, davanti all’australiano e compagno di team Pierce Lehane che con il secondo posto ha completato il successo CRG. Terzo si è piazzato il belga Rick Dreezen.

Ufficio Stampa
CRG SpA
www.kartcrg.com
19 Ottobre 2017

CRG-2013.jpg

Nella foto: 1) Paolo De Conto vincitore in KZ2 della “Race of Stars” in Australia; 2) Paolo De Conto e Pierce Lehane, primo e secondo classificati in KZ2, insieme a Darren King e Mattia Madami.
Ph. Gold Coast 600 Race of Stars.