]> CRG : LA PIOGGIA NELLE FINALI RIMESCOLA LE CARTE DELLA WSK

CRG-2013.jpg

Dopo le splendide fasi di qualificazione, le bagarre delle finali sotto la pioggia hanno creato qualche problema ai piloti CRG. In KZ2 il migliore è stato Davide Forè, in KF Pedro Hiltbrand, ambedue sesti. Nella Mini è arrivata però la vittoria di Hauger.

A Castelletto l’arrivo della Primavera è stata un’illusione del calendario. Dopo un buon sabato 21 marzo, domenica il meteo si è proprio trasformato e non è mancata la pioggia, il vento e il freddo. Con la conseguenza di cambiare anche tutte le regole in gioco nella seconda prova della WSK Super Master Series.

IN KZ2 BRILLA FORE’

In KZ2, dopo gli exploit di venerdì in prova e di sabato nelle manches, dove il migliore era risultato Paolo De Conto con il telaio CRG Road Rebel e motore Maxter MX-S by Savard, insieme a Fabian Federer con il motore Maxter preparato direttamente dalla casa, è stato Davide Forè a porsi all’attenzione peraltro dopo aver disputato anche questi un’ottima fase di qualificazione. Forè in finale nella bagarre sotto la pioggia è riuscito a concludere con il sesto posto, confermando comunque la competitività del telaio Road Rebel e del motore Maxter MX-S. Sul traguardo, Forè è stato preceduto da Ardigò, Abbasse, Camponeschi, Corberi e Lennox.

Simo Puhakka è riuscito a recuperare fino alla 12ma posizione, dopo una fase di qualificazione un po’ difficile. Fabian Federer si è dovuto accontentare del 18mo posto vanificando la straordinaria prestazione nelle manches di qualificazione dove aveva colto anche una vittoria. Costretto al ritiro invece Paolo De Conto, per un problema tecnico alla corona. Peccato perché il pilota italiano della CRG si era rivelato a inizio weekend fra i maggiori protagonisti in assoluto, e il migliore dopo le manches con due vittorie. Un po’ indietro anche il campione europeo Andrea Dalè, 18mo, mentre Fabrizio Rosati è stato costretto al ritiro dopo un testacoda.

CRG-2013.jpg

IN KF HILTBRAND FRA I MIGLIORI

Anche in KF la situazione non ha volto a favore dei piloti CRG dopo le grandi prestazioni di sabato nella fase di qualificazione. Con i telai CRG Gem Star, la competitività è stata comunque buona, ma sotto il diluvio e la pioggia abbondante era necessario trovare anche un po’ di fortuna sulla pista praticamente allagata. Il migliore fra i piloti CRG è stato lo spagnolo Pedro Hiltbrand, sesto, ma avrebbe potuto raccogliere una migliore posizione se non avesse subito un tamponamento. L’olandese Martijn Van Leeuwen, del team CRG Keijzer, si è ritrovato nelle retrovie e alla fine si è piazzato 16mo, davanti a Felice Tiene, poi penalizzato anche di 10 secondi e retrocesso al 23mo posto. Un risultato che non dice la verità sulla competitività di Tiene, autore di spettacolari rimonte nelle manches di qualificazione. Dionisios Marcu ha accusato qualche problema di setup e alla fine si è piazzato 20mo, così come Archie Tillett che ha concluso 22mo. La finale è stata vinta da Basz.

Nella KF Junior, il malese Muizzuddin Musyaffa Bin Abdul Gafar del team Gamoto, in gara con il telaio CRG KT2, non è riuscito a capitalizzare quanto aveva prodotto di buono fino alle manches di qualificazione, dove aveva concluso al 10mo posto. Un contatto in partenza in Prefinale lo ha costretto alla resa e a non rientrare fra i finalisti.

NELLA 60 MINI DOMINA HAUGER

Nota alquanto lieta per i colori CRG invece arriva dalla 60 Mini, dove il giovane norvegese Dennis Hauger del team Gamoto si è aggiudicato una splendida finale conducendo dall’inizio alla fine della gara con il telaio CRG Hero. Con questo risultato Hauger è balzato in testa alla classifica, confermandosi anche in questa serie internazionale protagonista assoluto dopo aver già vinto quest’anno la WSK Champions Cup e la WSK Golden Cup. Leonardo Marseglia ha concluso 11mo dopo aver subito un tamponamento.

Tutti i risultati completi nel sito www.wsk.it

Gli appuntamenti WSK Super Master Series
3) 12 aprile 2015 – Circuito Internazionale La Conca, Muro (I)
4) 26 aprile 2015 – Circuito Internazionale Napoli, Sarno (I)

Ufficio Stampa
CRG SpA
www.kartcrg.com
22 marzo 2015

CRG-2013.jpg

Nelle foto: 1) Davide Forè, KZ2; 2) Pedro Hiltbrand, KF; 3) Dennis Hauger, 60 Mini (Ph. CRG Press).