]> CRG : SCHIACCIANTE VITTORIA CRG NEL CAMPIONATO EUROPEO DI ADRIA

CRG-2013.jpg

SCHIACCIANTE VITTORIA CRG NEL CAMPIONATO EUROPEO DI ADRIA
CRG vittoriosa nel Campionato Europeo CIK-FIA di Adria, con 5 successi su 6 gare nella fase finale fra Prefinali e Finali di KZ2, OK, OK Junior. Eclatante la tripletta CRG in KZ2, con tre motori diversi ai primi tre posti. I giochi ora sono riaperti per il titolo in tutte le categorie.

Sul Circuito Adria Karting Raceway è stato il tempo incerto a dare ulteriore difficoltà nella seconda prova del Campionato Europeo di KZ2, OK e OK Junior, segnata da un clima pazzo e imprevedibile fra sole e pioggia che non ha certamente agevolato la competizione, inducendo anche a discutibili decisioni, come quella di far partire la Finale della OK Junior sotto la pioggia con gomme slick!

Alla fine è arrivata una schiacciante vittoria per i colori CRG, con la tripletta di Federer, Pex e Davies in KZ2 dopo il successo di Federer nella sua Prefinale, la vittoria sorprendente di Hiltbrand in OK dopo il suo successo anche in Prefinale, la vittoria in Prefinale di Hauger in OK Junior e un suo ottimo ma amaro sesto posto in Finale.

IN OK HILTBRAND “EROE” DEL GIORNO

OK. Nella OK “l’eroe” del giorno è stato Pedro Hiltbrand, lo spagnolo della CRG che sull’acqua si sta rivelando imbattibile, come un pilota scandinavo o del nord Europa. Dopo il predominio nelle manches di qualificazione dell’altro pilota CRG, il finlandese Paavo Tonteri, tutti su CRG-Parilla, è stato proprio Hiltbrand a prendere le redini del comando e a vincere in Prefinale sotto la pioggia, mentre Tonteri è stato vittima di un tamponamento che lo ha messo fuori gara. Hiltbrand è stato poi fra i maggiori contendenti anche della Finale, dove cercava il podio dopo essere stato in testa nei primi giri di gara. Nell’ultimo giro il pilota della CRG ha trovato invece la vittoria a scapito del compagno di team Tom Joyner su Zanardi, andato in testa nelle ultime battute di gara ma tamponato a due curve dal termine nella bagarre per il successo, con Sargeant, Basz e Lundgaard. Sul traguardo è stato quindi Hiltbrand a passare per primo, seguito da Sargeant, Lundgaard e Joyner. A fine gara per Lundgaard è arrivata la penalizzazione di 10 secondi e Joyner, a cui è stata negata una vittoria certa, è passato terzo. Felice Tiene ha terminato la sua gara ad un più che onorevole quinto posto, Paavo Tonteri si è piazzato sesto dopo una incredibile rimonta dall’ultima posizione. Competitivo anche il portoghese della CRG Andriy Pits che ha concluso 20mo.

La classifica OK: 1. Basz punti 76; 2. Sargeant 68; 3. Joyner 61; 4. Hiltbrand 56; 5. Viscaal 54; 6. Garcia 48; 7. Lundgaard 41; 8. Van Leeuwen 35; 9. Tiene 32; 10. Travisanutto 31; 11. Tonteri 30.

CRG-2013.jpg

TRIPLETTA CRG IN KZ2

KZ2. In KZ2 a tenere banco è stato Fabian Federer con il team SRP e motore Modena, impeccabile vincitore della sua Prefinale e poi grande interprete della Finale corsa con gomme slick in una conclusione bagnatissima. Lo stop è stato dato dalla bandiera rossa al 20mo giro, con gara resa valida per aver percorso almeno il 75% dei 24 giri regolamentari. Prima dell’esposizione della bandiera rossa Federer era stato superato da un altro eccellente pilota, il giovane olandese Stan Pex, con CRG Holland e motore Vortex, bravissimo anche sul bagnato. Ma con l’ordine d’arrivo fissato al giro precedente dell’esposizione della bandiera rossa, è Federer ad aver vinto la gara su Pex. A formare una clamorosa tripletta CRG ci ha pensato l’altro olandese Dylan Davies, con CRG Keijzer e motore TM, che negli ultimi giri è riuscito a installarsi in terza posizione. Tre telai CRG con tre motori diversi nelle prime tre posizioni, ovvero telaio CRG super!

Da sottolineare il settimo posto di Benjamin Tornqvist con CRG Holland, e le prestazioni complessive degli altri piloti su CRG-Maxter, Fabrizio Rosati (sesto nella sua Prefinale), del giapponese Fuma Horio e dell’americano Sting Ray Robb, con quest’ultimo non rientrato in Finale per appena un decimo di secondo. Il portoghese Yohan Azedo Sousa su Zanardi è stato costretto al ritiro in Prefinale.

La classifica KZ2: 1. Federer punti 85; 2. Pex Stan 82; 3. Irlando 70; 4. Corberi 66; 5. Lorandi 58; 6. Davies 51; 7. Viganò 44; 8. Besancenez 40; 9. Leuillet 36; 10. Piccini 36.

CRG-2013.jpg

OK JUNIOR CON HANDICAP PIOGGIA E GOMME SLICK

OK JUNIOR. La OK Junior ha vissuto una finale falsata dalla partenza, data mentre ancora stava piovendo, con tutti i piloti con gomme slick in griglia di partenza. Veramente un azzardo aver dato il via in quelle condizioni. Dopo dieci minuti è smesso di piovere, la situazione in pista si è normalizzata dopo il caos dei primi giri, ma il rischio di incidenti è stato altissimo, con fuori pista e tagli di percorso da non potersi contare. A rimetterci è stato il pilota norvegese della CRG, Dennis Hauger su CRG-Parilla, dominatore del weekend compreso la vittoria nella sua Prefinale. In Finale dopo essere scivolato indietro più volte fino alla dodicesima posizione, quando la situazione in pista si è normalizzata, ha recuperato fino al quarto posto, ma nella lotta per il podio ci ha rimesso ancora per un’altra toccata, terminando sesto. Peccato, perché aver dato il via in quelle condizioni di pioggia ha rovinato una gara che poteva essere vissuta diversamente.

Fra i piloti CRG in gara in Finale, l’inglese Teddy Wilson ha concluso in 17ma posizione, costretti al ritiro già al primo giro il brasiliano Gianluca Petecof e il tedesco O’neill Muth. Non qualificati per la Finale il canadese Antonio Serravalle, il francese Pierre-Louis Chovet, l’altro tedesco Esteban Muth, Andrea Rosso del team Morsicani, la svizzera Tara Eichenberger del team X-Rei.

La classifica OK Junior: 1. Watt punti 77; 2. Blomqvist 73; 3. Collet 59; 4. Kenneally 57; 5. Vidales 56; Jewiss 55; 7. Hauger 54; 8. Milesi 47; 9. De Pauw 40; 10. Bogdanov 38.

CRG-2013.jpg

INTERVISTE

Il commento di Dino Chiesa, Team Principal CRG: “Se guardiamo le Finali e le Prefinali di oggi, e le manches di ieri, c’è un predominio abbastanza netto in tutte e tre le categorie, quindi un risultato sicuramente positivo. E’ il frutto del lavoro che abbiamo iniziato all’inizio dell’anno, e piano piano sta venendo fuori. C’è sempre da lavorare, di certo non ci fermiamo per una prestazione anche molto positiva come è stata quella di oggi. Dispiace un po’ per la finale della Junior perché è partita con condizioni meteo un po’ strane. Forse se il direttore di gara avesse aspettato cinque minuti in più a dare la partenza, avrebbe fatto meglio per la sicurezza, visto che i piloti avevano le gomme slick mentre ancora stava piovendo. Così i primi giri sono stati un po’ strani, con molti contatti in pista. Fatto sta che il nostro pilota di punta, Dennis Hauger, che aveva vinto tutto fino a quel momento, è finito 12mo, per poi fare una bellissima rimonta su pista asciutta fino all’ultimo giro quando ha subito un altro contatto. E’ l’unica gara di oggi che non abbiamo vinto, ma moralmente ci sentiamo vincitori anche di questa gara. Nella KZ2 sia nell’asciutto che nel bagnato eravamo molto competitivi, è finita benissimo con un podio tutto CRG. Infine la Finale OK, con Joyner in testa che ha subito un contatto all’ultimo giro. Alla fine ha vinto Pedro Hiltbrand, che quantomeno ha riscattato il torto subito da Joyner. Pedro comunque ha fatto benissimo sia la Prefinale che la Finale, e abbiamo riaperto il Campionato, anche con Felice Tiene e Paavo Tonteri, quest’ultimo buttato fuori in Prefinale e poi autore di una bella rimonta in Finale. Al di là dei nostri successi, spero che per il bene dello sport la Federazione possa trovare una soluzione sulle penalizzazione per lo spoiler, perché troppe gare vengono buttate via a causa di questo problema regolamentare.”

Pedro Hiltbrand, OK: “Abbiamo fatto un ottimo lavoro oggi. Ho vinto la Prefinale e in Finale all’inizio ero andato in testa, poi sono calato un po’ anche per non consumare troppo le gomme e prepararmi a dare il tutto per tutto alla fine. All’ultima curva, quando ho visto che tutti andavano all’interno, ho deciso di andare all’esterno per uscire più veloce e giocarmi il risultato in volata. Ma gli altri sono entrati in contatto e io mi sono trovato di colpo al primo posto. E’ andata molto bene, ringrazio il team, ringrazio tutti per il lavoro che è stato fatto.”

Fabian Federer, KZ2: “La gara è andata molto bene, sono sempre stato molto veloce, grazie al mio Team SRP, al motore Modena Engines, e a tutta la CRG che mi dà un bel supporto. Dopo i primi giri percorsi con una certa attenzione, sono andato all’attacco. Con la pioggia è stato difficile mantenere il comando perché i riferimenti sui punti di frenata per le staccate variavano continuamente. Sono molto contento, è andata bene, ora sono in testa al campionato. Ci giocheremo tutto nell’ultima prova a Genk.”

Tutti i risultati nel sito www.cikfia.com

Campionato Europeo 2016 KZ, KZ2, OK, OKJ
24.04.2016 - Essay (F) KZ, KZ2
15.05.2016 - Zuera (E) KZ, OK, OKJ
05.06.2016 - Adria (I) KZ2, OK, OKJ
26.06.2016 - Portimao (P) OK, OKJ
31.07.2016 - Genk (B) KZ, KZ2, OK, OKJ

Ufficio Stampa
CRG SpA
www.kartcrg.com
6 giugno 2016

Nelle foto: 1) Pedro Hiltbrand, OK; 2) Fabian Federer, Stan Pex, Dylan Davies, KZ2; 3) Dennis Hauger, OK.
Ph. CRG Press